H > reportage > cernobyl
Alle ore 1.23 del 26 aprile 1986 esplode il reattore numero quattro della centrale nucleare di Cernobil. Venti anni dopo, a causa del disastro, il numero degli ammalati di cancro cresce del due, tre per cento annualmente mentre nei neonati aumentano annualmente sordità, cecità, malformazioni, deficienza mentale e danni al sistema nervoso centrale. Prypiat, la città più colpita dalla nube radioattiva d’allora è una città fantasma.